Campana

Campana
0.0/5 di voti (0 voti)

Io ci giocavo da piccolo, ma aveva un altro nome, anche se il concetto rimaneva lo stesso. Il gioco potete farlo con vostro figlio o proporlo durante qualche festicciola in cortile. Serve solo qualche metro di spazio e un gessetto (ai miei tempi si usava un mattone rotto).  Disegnate in terra per prima cosa una campana, della grandezza di 2-3 metri,  dividetela in otto-nove o dieci caselle e numeratele. Per prima cosa, si tira un sasso sul numero uno e si comincia con il piede destro sull'1, poi con il sinistro sul 2, ancora con il destro sul 3, con entrambi i piedi su 4 e 5, destro sul 6 e di nuovo fermi su 7 e 8. A questo punto, il bambino deve girarsi, ricominciare e, se arriva alla casella del numero 1, lanciare il sasso sul 2 e ripartire... e cosi via Ecco, di certo, non è “troppo” facile: questo vecchio gioco richiede infatti abilità, equilibrio e precisione. Per renderlo frizzante si possono stabilire delle prove da fare quando si arriva su ogni casella, come declamare poesie, nomi o altro. Sta solo alla vostra fantasia e alla voglia di giocare.

Specifiche

  • N° giocatori: da 2 a 10
  • Età: da 5 a 7
  • Scopo del gioco:

    Tornare alla base prima dell'avversario  o degli avversari.

  • Materiali:

    Gessetto o un mattone

    un sasso a testa di colore o forma diversa

Contatti

Jerrytoy

Contattaci